Invalidità civile, nuova procedura online più semplice e veloce

featured image

Cambia la procedura per chiedere all’Inps il riconoscimento dell’invalidità civile. L’Inps ha semplificato la procedura per ottenere l’indennità e ha predisposto nuove modalità online di accertamento medico-legale, con una definizione più rapida delle istanze e tempi più brevi per le visite.

Invalidità civile, cosa cambia 

L’Inps ha implementato un nuovo sistema di trasmissione e validazione delle certificazioni online per ottenere l’indennità per invalidità civile. La presentazione della documentazione sanitaria che occorre produrre per permettere all’Inps di accertare gli stati invalidanti e di disabilità viene ulteriormente semplificata attraverso la trasmissione digitale. Si potranno allegare le necessarie certificazioni direttamente sul portale (anche attraverso il medico certificatore o il proprio patronato).

Quindi, le commissioni mediche preposte all’accertamento sanitario – al fine di definire il riconoscimento delle prestazioni di invalidità civile – sono autorizzate a definire i verbali sulla base della sola documentazione prodotta dal richiedente, senza la necessità di chiamarlo a visita diretta.

Il sistema consentirà di evitare ulteriori visite e velocizzerà la definizione delle istanze, a patto che la documentazione allegata consenta una valutazione obiettiva.

Invalidità civile solo con domanda online

Come riporta il messaggio Inps numero 1060, il servizio di domanda online è ora l’unico canale accettato per la trasmissione della documentazione sanitaria.

La documentazione inviata attraverso altri mezzi, compresa la Posta Elettronica Certificata, non sarà presa in considerazione.

La valutazione agli atti è immediatamente applicabile per:

  • tutte le domande di primo accertamento e di aggravamento dove l’INPS procede direttamente alla valutazione degli stati invalidanti in convenzione con le regioni (CIC);
  • le revisioni sanitarie ai sensi del decreto-legge 24 giugno 2014, n. 90, convertito, con modificazioni, dalla legge 11 agosto 2014, n. 114.

L’espletamento dell’accertamento medico-legale, oltre a semplificare l’intero iter sanitario-amministrativo, garantisce tempi celeri di definizione delle istanze e assicura altresì un uso razionale ed efficiente delle risorse a disposizione dell’Istituto. La modalità di valutazione agli atti, inoltre, consente di ottenere una significativa riduzione dei tempi medi di chiamata a visita per tutte le casistiche per le quali le richiamate disposizione dell’articolo 29-ter non possano trovare applicazione.

Inps, come attivare la nuova modalità

La nuova modalità e la conseguente produzione di atti, può essere attivata:

  • su iniziativa della commissione medica che, ricevuta la domanda di prestazione assistenziale, esaminerà la documentazione allegata e potrà, eventualmente, invitare il richiedente a integrarla secondo le modalità descritte dal messaggio;
  • su iniziativa dell’interessato che potrà allegare le necessarie certificazioni direttamente sul sito dell’Istituto, dopo avere effettuato l’accesso all’area personale tramite la propria identità digitale (SPID almeno di livello 2, CIE e CNS).

La documentazione può essere allegata online anche dal medico certificatore o dal Patronato che assiste il diretto interessato.

Read More

Share on Google Plus
    Blogger Comment
    Facebook Comment

0 Comments :

Post a Comment